More Website Templates at TemplateMonster.com!

04.05.2009. “L’universo” di Giovanna Magugliani

All’ Iris Caffè in via Bossi 2 a Busto Arsizio dal 4 maggio al 15 giugno 2009

Si “sofferma” per alcuni giorni nella natia Busto la pittrice – scultrice Giovanna Magugliani. Val la pena conoscere un briciolo della sua storia, per meglio gustare e la sua pittura e la sua scultura. Figlia del “tessile” (o meglio della “ciniglia”), ha trascorso l’infanzia a contatto col “colore” brillante e “pazzesco” di quel tessuto (di cui la fabbrica del padre sinaghino doc, era maestro). La “febbre” per il colore, nata intrisa nel colore, l’ha portata a seguire gli studi al Liceo Artistico di Busto e poi alcuni corsi a Brera ed ancora a proseguire la ricerca da autodidatta. Il confronto – scontro con i “maestri” di pittura e scultura di quel periodo (Pellini, Frattini, …) ha creato le basi per una sua personale ricerca più meditativa. La continua maturazione delle sue opere è cresciuta col tempo e l’impegno assiduo. L’altro evento che ha “condizionato” la sua ricerca espressiva, è il matrimonio con Pino, ingegnere, girovago per il mondo: e lei si sposta da Bombay a Tripoli, agli Emirati ad Abu Dhabi, a Riyad (dove tra l’altro ha insegnato nell’atelier d’arte della Principessa) e vive ora a Madrid ed Abu Dhabi. Spazi questi culturalmente provocatori (si pensi all’Islam, al respiro culturale delle metropoli, ai deserti fantastici, ai cieli infiniti, alla pulizia dei colori di natura): hanno sicuramente influito sulla sua visione dell’Arte. E così, di sfuggita ma dandoci il tempo per ammirare le sue opere, “ritorna” a casa la nomade Giovanna … E così, attraverso poche opere essenziali appare il suo “Universo privato” nel quale raccoglie oggetti, pensieri, vita e sogni …
E “La muratora”, ragazza incontrata in India che ritrae con maestria e approfondendo e facendo riapparire l’eterno “femminino” celato. E l’accarezza pittoricamente, e le dà perfino un nome: Kavita (quello di una giornalista di Abu Dhabi). E il nome le ricordava la Sibilla di Michelangelo, quasi portatrice di notizie del futuro …
E “Tolomeo”: è il “Pino” il centro del suo universo oltre che il “padrone di casa”. Per una nomade, come l’artista Giovanna, è la certezza tolemaica che la sua “terra” è centro del “suo grande universo”; che il suo Pino (“vergine”, quindi segno di “terra”) è un punto stabile di riferimento continuo, la sua certezza di guardare un cielo sconfinato senza capogiri o paure infinite … E poi, non per abilità, ma per profondità di ricerca, due opere astratte, due frammenti di sogno …
“La piccola mongolfiera”: un ricordo di una trasvolata in mongolfiera sui cieli di Abu Dhabi. Magritte e la mongolfiera vista ad Abu Dhabi, in un mondo dove puoi sognare anche da grande … E la bambina della mongolfiera è sempre quella che è in noi e finalmente, da grandi occhi, può credere, magari d’essere lì sopra a veder dall’alto.
“La tela bianca”: un momento emozionale che lascia trasparire la possibilità di infinite esperienze coloristiche ed infinite poesie da incidere.
Ed ecco che si svela la stranezza delle opere di Giovanna: saper calarsi nel minimale e saper volare nell’infinito in una contraddizione continua, che supera d’un balzo il descrittivismo ed il figurativo del peggior manierismo.
“Sateen daughter” In realtà è la storia della ragazza, la figlia di Sateen, una malesiana appassionata di cavalli; il mondo le gira intorno e lei sogna di essere veloce (come i cavalli che corrono più veloci del vento): e lei è così pronta a trasformarsi, da un sogno, nella “donna – cavallo”. Ma ci fa riscoprire un lato interessante di Giovanna la presenza di una sua opera scultorea. E’ la storia di “Anoud” (la principessina saudita), e amica di sua figlia Elena. Entrambe guardano il futuro e sognano. Storia di una bella amicizia ma ad ognuna il proprio destino …
Le sculture in Carrara delle cave di Michelangelo sono sottili sensazioni, sentimenti delicatissimi, che la sua scultura – pittura ha saputo cogliere per far sognare gli uomini più sensibili.


Dott. Arch. Paolo Torresan
Critico d'arte

Archivio Recensioni

20.08.2012. Arte nel mondo - Giovanna Magugliani espone con successo ad Abu Dhabi – Emirati Arabi

E’ con orgoglio che con questa breve “comunicazione” alla stampa locale do la notizia che un’artista Bustese (o Bustocca?) è riconosciuta ed apprezzata in un angolo importante del mondo dove espone sue opere e le ultime pitture. [...]

07.05.2009. Il mondo esotico di Giovanna Magugliani - Una mostra all'Iris caffè di Busto Arsizio dedicata all'artista girovaga Giovanna Magugliani che racconta la sua avventura in pittura e scultura

Ritorno a casa - Torna per un breve periodo nella natia Busto Arsizio l'artista Giovanna Magugliani. Per festeggiare il suo seppur breve ritorno a casa lo studio Torresan le dedica una piccola personale negli spazi dell'Iris Caffè [...]

04.05.2009. “L’universo” di Giovanna Magugliani

Si “sofferma” per alcuni giorni nella natia Busto la pittrice – scultrice Giovanna Magugliani. Val la pena conoscere un briciolo della sua storia, per meglio gustare e la sua pittura e la sua scultura. [...]

20.09.2006. La “Cascina del Lupo“ inaugura Lunedì 25 Settembre alle ore 18.30 la “Stagione autunnale 2006“ con la presentazione dell’Artista Giovanna Magugliani

Immersa nel verde, accanto al centro sportivo, tra piscina, campi, croquet, inaugura la stagione autunnale, con la prima mostra di una Artista Bustese da poco rientrata “in patria” dopo anni di attività all’estero. [...]